Sotto la grande piazza berniniana, lontano dal caos dei turisti e delle bancarelle tradizionali, continua il suo percorso nei secoli l’antico Stadio di Domiziano.
L’imperatore volle esportare a Roma il modello dei giochi greci istituendo l’Agone Capitolino: gare sportive e competizioni artistiche intrattenevano il pubblico romano – in realtà ben poco affascinato da queste pratiche poco violente – nel grande stadio, che ancora oggi costituisce la base e le fondamenta di piazza Navona.
Percorrendo i corridoi sotterranei, tra le gradinate e i fornici, si può rivivere gli scenari vivaci e coloriti dei ludi romani, sapendo di avere sopra le nostre teste una città ancora viva e pulsante.roma4